mercoledì 3 giugno 2015

Anziano soccorso da un gruppo di rom dopo un incidente. Ne vogliamo parlare?

E' successo vicino Viareggio. Una macchina ribaltata sull'A12, un uomo di 73 anni rimasto incastrato nelle lamiere viene soccorso dagli abitanti del vicinato.
Tutto normale, ma il "vicinato" è un campo rom.
E i vicini - rom  - si sono affrettati a soccorrere chi era rimasto vittima di un incidente.
Questo non farà notizia.
Potrebbe anche essere giusto, che un gesto di "normale" solidarietà non ne faccia.
Ma se additiamo i rom quando alcuni di loro si rendono responsabili di gravi errori, allora permettete che noi del blog "amici dei poveri" attiriamo l'attenzione su un gesto di solidarietà, compiuto proprio da rom. Per dire grazie a chi ha soccorso una persona in difficoltà.
Per ribadire - purtroppo ce n'è ancora bisogno - che i rom sono uomini, donne e soprattutto bambini, con sentimenti, paure, problemi e sogni che tutti possiamo condividere e la cui principale "differenza" consiste nell'estrema povertà e precarietà della vita di tanti di loro.

Nessun commento:

Posta un commento