mercoledì 16 gennaio 2013

Play music stop violence: giovani che lottano contro il razzismo con la forza della musica


L'idea è nata tre anni fa quando il clima di violenza e di razzismo nelle nostre città sembrava crescere e impossibile da contrastare.
Per dire no alla violenza, al razzismo, alla guerra i giovani per la pace hanno dato vita al movimento musicale Sounds for peace.
Oggi sono centinaia i giovani musicisti che attraverso la loro musica vogliono smuovere le coscienze al rispetto per l’altro, all’attenzione ai più deboli, alla costruzione di un mondo migliore. Proprio la musica, con il suo grande potere comunicativo, può essere il veicolo per lanciare questo messaggio e diffonderlo tra i giovani.
Moltissime le manifestazioni pubbliche e i concerti da Ostia a Tor Bella Monaca, da Primavalle al Colosseo a cui le Sounds for peace hanno partecipato portando un messaggio di unità e di solidarietà.
E con le Sounds for peace è nato il concorso musicale Play music stop violence aperto a tutti i gruppi musicali chiamati a comporre brani che insieme lancino un grande messaggio: stop violence! No alla violenza, alla guerra, al razzismo, alla povertà; si alla pace, al rispetto per l’altro, alla solidarietà, alla musica che unisce oltre ogni barriera. Siamo arrivati alla terza edizione e abbiamo puntato in alto! Quest'anno i finalisti si esibiranno all'Auditorium Parco della Musica con la possibilità di incidere il proprio brano. www.playmusicstopviolence.com
Sabato 19 gennaio appuntamento da non perdere!   Un pomeriggio dedicato a tutti i giovani che hanno aiutato a preparare il pranzo di Natale con i poveri e che hanno fatto festa con gli anziani in istituto.
A seguire prima tappa della nuova edizione di Play Music Stop Violence: aperitivo e concerto con la partecipazione dei gruppi musicali iscritti al concorso.

Nessun commento:

Posta un commento