lunedì 20 giugno 2016

Festa della "Casa Amica" di via Quattroventi


Sabato 18 giugno, in una calda giornata primaverile, a Viale Quattroventi (zona Monteverde a Roma) si è svolta una festa particolare. Una festa d’inclusione per vincere la solitudine e il pregiudizio.

Infatti i residenti disabili della “Casa Amica” della Comunità di Sant’Egidio, hanno organizzato una grande festa per tutto il quartiere proprio nel giardino della loro casa. Hanno aperto le porte a tutti. 
Più di 100 persone fra disabili, stranieri, rom, anziani, bambini, giovani, hanno passato un bellissimo pomeriggio di festa e amicizia, con musica dal vivo, balli e buon cibo.

Una festa che veramente ha coinvolto tanti; dal parroco della parrocchia di San Giulio, don Dario, al presidente della cooperativa H Anno 0, Maddalena Maggi ai vicini di casa e i negozianti del quartiere 

Insomma una festa in cui la parola d’ordine era AMICIZIA!

Gabriele Rigano, della Comunità di Sant’Egidio, rivolgendo un saluto di ben venuto ha detto:  “La nostra casa vuole essere un luogo aperto nel quartiere, un luogo di incontro. E' il miracolo dell'amicizia in cui si confonde chi aiuta e chi è aiutato.  La nostra casa vuole essere un ponte in cui si incontrano persone che normalmente non si incontrano, un luogo di amicizia e di serenità nel nostro quartiere. Un luogo in cui si ricostituisca quel tessuto di convivenza spesso messo a dura prova nei quartieri delle nostre città dalla solitudine, dall'indifferenza e dalle spinte verso la paura e la diffidenza per chi è considerato diverso. A tutto questo rispondiamo con più solidarietà, amicizia e accoglienza e soprattutto con una gran voglia di fare festa“.

 

Diego Romeo





1 commento: